giovedì 22 gennaio 2009

Le mie prigioni


Le sbarre

Mattina, di un giorno qualunque, di un anno qualunque, di un orario qualunque, di una vita qualunque.
Immerso in uno qualunque dei miei pensieri, perso dietro uno qualunque dei miei sogni quotidiani.
Minuti qualsiasi scanditi dalle lancette di un qualunque orologio del tempo. Il battito del cuore segna un qualsiasi ritmo alla cadenza giornaliera.
Passa una qualunque giornata, in un modo qualunque simile ad una qualunque giornata di ognuno di noi. Cosa fare, come uscire, come gridare , come scappare ?
Infinite domande senza risposte mentre un qualunque passante passa e scompare dietro l'angolo.
Uno qualunque dei miei passi mi porta verso una qualunque porta dietro la quale nessuna scoperta potrà rompere il velo del grigio del giorno.
Sono racchiuso some in una gabbia, le mie prigioni fatte dai miei pensieri, le mie sbarre.
Fuggire da me stesso , ritrovare quel che un giorno forse esisteva , o quel che un giorno forse esisterà?
Impossibile da dire, impossibile da descrivere, le mie prigioni son ben presenti seppur nella loro evanescenza. Liberi e non liberi siamo noi tutti , presi a ritroso dalla nostra essenza di vita. Come fare per andare oltre non è noto alla nostra volontà. Sono in un qualunque giorno di una qualunque delle mie vite dentro le mie prigioni , attorno c'è spazio e c'è aria, c'è luce e c'è buio , ma pur sempre le mie prigioni.
Sbarre invisibili eppure potenti, maglie inflessibili che bloccano le mani, reti invisibili che separano il mio dal tuo , il tuo dal mio . Le mie prigioni non vere eppur reali, le mie celle casa delle mie paure.
Sono in un qualunque giorno di una qualunque delle mie vite, alle prese con uno qualunque dei miei pensieri , le mie prigioni ben presenti dinanzi ai miei occhi.

11 commenti:

made ha detto...

Il secondino di turno ha un'aria burbera, ma sotto quella maschera da carceriere si intuisce che è un uomo buono. Devo trovare il modo per distrarlo e prendergli le chiavi del catenaccio per liberarti.....
aspettami!!!!
Se nel frattempo riesci a segare le sbarre......sono io che ti aspetto!!!!

progvolution ha detto...

uno qualunque dei tuoi lettori pensa che non possiamo non costruirci prigioni perchè ontologicamente incapaci di capire la libertà
Sussurri obliqui

Luna ha detto...

La cosa peggiore è la prigione della mente.
Ci rovina, ci paralizza,
Dobbiamo essere attenti, svegli, senza abbandonare la malinconia, la tristezza, a leccare le nostre ferite.

No, guarda il sole, signore, il cielo, e con buone intenzioni e la forza, voglia di libertà.

Bravo! Tonio.

amatamari ha detto...

C’era una volta un monaco che credeva nella disciplina e che si era attenuto ai precetti per tutta la vita.
Mentre stava camminando di notte, calpestò qualcosa che sembrò lamentarsi e immaginò fosse una rana, una mamma rana piena di uova. Mortificato al pensiero di aver ucciso una rana incinta, quando quella notte il monaco andò a dormire, sognò di essere assalito da centinaia di rane che pretendevano la sua vita. Era assolutamente terrorizzato.
Venuto il mattino, il monaco andò a cercare la rana che aveva schiacciato e trovò che invece era soltanto una melanzana troppo matura.
In quel preciso momento, le incertezze del monaco cessarono di colpo: rendendosi conto che non c’è nulla di concreto nel mondo, per la prima volta fu davvero in grado di mettere questo concetto in pratica nella vita.

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Ho ricevuto il premio da Luna: Il Blog de la Iaia, cara amica blogger spagnola. Cliccando sul link troverete la Storia del premio e la motivazione. Ne sono tanto lusingato e a mia volta segnalo i seguenti 3 blog per l'assegnazione del premio. Grazie Luna:
1. Amatamari
2. Focus
3. Pensieri

Sono restio a divulgare, ma con Luna si "deve". Ciao Toni

Luna ha detto...

Tonio, molte congratulazioni per il premio per blog originale.
Ben meritato.
Lei è un virtuoso con la fotocamera e la penna.
La tua immaginazione non conosce confini ...

Complimenti, un abbraccio.

Luna ha detto...

Regolamento del Premio.
A sinistra della mia pagina è il segno distintivo del Premio.
Copia e metterlo sul tuo blog.

Annunci sul tuo blog poi hai concesso e htpp: / / che ha dato il premio, (Saba)

Una parola di ringraziamento a quella persona.

La storia del premio (il traduttore può tradurre al mio blog)

Poi dovete nominare tre persone a mettere i loro premi e htpp.

Scrivi a queste persone, che annuncia la premil che mettono il sigillo del premio per il suo blog e fare lo stesso.

Si tratta di un premio piramide.

Traduci il mio post e ho capito.
Ho ricevuto questo premio da un giornalista brasiliano.
Se non si capisce qualcosa, non ho alcuna obiezione a ri-spiegare.
Un abbraccio

Luna ha detto...

Tonio, e mi sono dimenticato di dirvi è importante. Questo premio è stato creato in Brasile.

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e