sabato 8 maggio 2010

Notte di NO-TE

(foto di garimar)

NO-TE









Notte di fondo pensiero
di spiro e imago
di ansia e desio.
Notte infinita
lunga e vogliosa
pesante , ansante
le mani, le tue.
Notte di NO-TE
lontana ed assente
possa il giorno scacciarti
lontana e vicina.
Notte in miseria
dell'animo tradito
il tuo corpo distante
come il pensiero.
Notte l'assente
il NO-TE presente.
L'ansia del riso
lo spiro infinito.
Notte di NO-TE
diventa un macigno.
Il tuo respiro
non sento
il tuo corpo non tocco.
Notte andante
sapiente e dolente
ma non più bella
del giorno assassinio.
Notte di NO-TE
diventa un amore,
sopito e stranito
mai esaudito.
Notte di NO-TE
porta solo al fine
il giorno invitante.
Notte di NO-TE
sarà solo un ricordo
come il tuo volo
mai finito.

4 commenti:

Vania e Paolo ha detto...

Complimenti....sei molto bravo.

Note/Notte...in musica.
Ciao Vania

rosso vermiglio ha detto...

presumo siano tuoi questi versi vibranti...
e così ti scopro anche sensibile poeta... :)

nartek ha detto...

@Vania e Paolo
Grazie...molto gentili...grazie del vostro apprezzamento

nartek ha detto...

@rosso
si presumi bene...passi sempre dalle mie parti sai bene che pubblico solo mie parole...salvo quando è indicato diversamente.

Grazie anche a te